Oggi parleremo dei 3 tipi di clienti in cui ti potresti imbattere. E lo faremo perché ci sono ancora troppe incertezze quando parliamo del Cliente Ideale e di tutto ciò che ne consegue.

Probabilmente avrai sentito parlare del concetto di “Cliente Ideale” da molteplici lati.

E forse anche tu ti sarai chiesta cosa vogliano dire queste due parole e come si fa a capire quando ti imbatti nella clientela che puoi chiamare “tua” senza troppi indugi.

Il Cliente Ideale è per molte persone solo un concetto.
Ed è un problema perché così diventa facile che il cliente sia solo quello che ha bisogno dei tuoi servizi e che paga. Quello a cui vendi e fine.

Ma il Cliente Ideale è molto di più. E deve passare dall’essere qualcosa di indefinito al diventare invece uno strumento potentissimo e prezioso per te.

In questo articolo ti parlerò dei 3 tipi di clienti che dovrai conoscere se vorrai evitare rogne, creare un’azienda più sana e vivere meglio.

Il Morrone e Roccatagliata, Abruzzo. Foto trovata su Alamy

Okay, cominciamo a riflettere insieme su questo quesito: quando pensi alla tua situazione, vedi i 3 tipi di clienti di cui sto parlando?

Hmmmm, forse no. Quindi proviamo a guardare la questione sotto un’altra luce…

Se pensi alle persone che conosci SAI GIA’ che ci sono quelle con cui ti trovi bene e che vorresti frequentare il più possibile. Hai presente chi sono e come ti fanno sentire, vero?


In più hai pure chiaro che esistono persone che non vorresti mai vedere, nemmeno in cartolina. Anche in questo caso sai mooolto bene chi sono e com’è stare insieme a loro.

– ho azzeccato, giusto?

Bene! Ora riflettici – ammettendo che queste persone possano avere bisogno di te e del tuo prodotto o servizio, con chi tra di loro pensi sia più facile lavorare: con le prime o con le seconde?

Se avrai risposto “con le seconde” mi dispiace dirtelo ma credo che a questo punto dovresti abbandonare questo articolo e andare altrove – io non ti potrò essere d’aiuto.

Ma mi auguro che tu NON abbia risposto così, e quindi noi che siamo rimaste andiamo avanti nel ragionamento per riuscire a trovare i 3 tipi di clienti in cui ti potresti imbattere!

Perché è inutile cercare di nascondere che continuare a lavorare felicemente facendo ciò che ami dipenderà fortemente dal fatto che:

– lavorerai con persone che davvero ti apprezzano e che seguiranno i tuoi consigli e le tue indicazioni;

– verrai pagata quello che chiedi senza che qualcuno continuamente metta in dubbio che la cifra che chiedi sia giusta;

– avrai più tempo per te perché non ne perdi con persone che non sanno dare valore al tuo lavoro;

– sarai vista come una professionista di alto livello, qualcuno a cui potersi affidare e di cui fidarsi

Ora ti chiedo…sapevi già che “le cose” stanno così?

Probabilmente sì, almeno a livello intuitivo lo sapevi già. E quindi…nuovamente…andiamo avanti nel nostro ragionamento sui 3 tipi di clienti in cui rischi di imbatterti nella tua vita aziendale!

Sapevi che una persona che ha bisogno dei tuoi servizi non è detto che sia automaticamente una persona con cui vorresti lavorare?

Anche tu vorresti poter riconoscere i 3 tipi di clienti con cui ti potrebbe toccare lavorare?
Il Gran Sasso, Abruzzo. Foto trovata su Alamy

Questo è uno dei miti che girano nel mondo della vendita – che potrai vendere a TUTTE QUELLE PERSONE CHE HANNO BISOGNO DI CIO’ CHE VENDI.
Qui vengono molto abilmente omessi i 3 tipi di clienti in cui potresti imbatterti – e, lo vedremo tra un attimo, sicuramente non vorrai tutti come clienti.

Un cliente con cui ne vale la pena iniziare a lavorare deve avere ALMENO le seguenti caratteristiche:

– deve avere una necessità che tu andrai a colmare offrendogli il tuo prodotto o servizio

– deve sentire il bisogno di risolvere la sua necessità

– deve essere disposto a pagarti per farcela.


Se ci pensi, senza anche solo una queste 3 caratteristiche al cliente che sta davanti a te non potrai vendere nulla:


=> se ha la necessità e sente il bisogno di risolverla ma non è disposto a pagare non scucirà il denaro…mi dispiace ma non gli venderai niente.


=> se ha il bisogno di risolvere qualcosa ed è anche disposto a pagare per farlo, ma non è la necessità che sai colmare tu è inutile cercare di proporgli qualcosa, ne convieni?


=> se ha la necessità ed è disposto a pagare ma non sente il bisogno di ovviare alla sua necessità è nuovamente nero e anche in questo caso non riuscirai a vendergli niente!

Quando trovi i tuoi Clienti Ideali, però, succede qualcosa di magico: di colpo tutto ciò che prima era difficile, tipo anche semplicemente scrivere una mail per aiutare queste persone a capire che tu sei la persona giusta per loro, diventa facile.

Certo, dovrai lavorarci perché il tuo Cliente Ideale esca dalla confusione e dalla desolazione delle persone che cercano di vendere a chiunque capiti a tiro e cominci a capire che forse tu sei diversa dalle altre.

E quando lo farai sarà uno spettacolo e te ne accorgerai subito che qualcosa sta cambiando.

A questo punto che fare per iniziare a capire anche chi sono questi famosi 3 tipi di clienti?


Comincia facendo un’analisi accurata dei dati a tua disposizione, perché tra le persone con cui hai lavorato, se ci pensi bene, vedrai che ci sono 3 tipi di clienti:

=> I clienti “SI’!”

=> I clienti “nì…”

=> I clienti “NO!!!”

I 3 tipi di clienti che dovresti conoscere...sai chi sono?
Scanno, Abruzzo. Foto di trovata su Alamy

Andiamo a conoscerli meglio uno per uno:

=> 1. I clienti “SI’!”.

Sono semplicemente quelle persone con cui hai ADORATO lavorare e a cui diresti volentieri un “SI’!” sonoro e convinto.


Sono quelle persone meravigliose che per esempio non chiedono cose impossibili, che fanno ciò che le dici di fare, che ti ascoltano, che pagano sempre in orario e che non pretendono di avere sconti o servizi aggiuntivi.

Hai avuto a che fare con persone davvero speciali a cui avresti fatto volentieri altri servizi, magari pure gratis tanto erano piacevoli?
Bene, queste fanno parte dei tuoi clienti “SI’!”.

=> 2. I clienti “nì…”.

Sono quelle persone di cui non ricordi molto, alle quali non associ particolari sensazioni. Quelle persone che sono comparse e scomparse senza lasciare grandi tracce se non un “sì, abbiamo lavorato insieme. E’ stato bello” e fai fatica ad andare oltre e a dire qualcosa in più.

Ti viene in mente di aver lavorato con persone del genere?
Ottimo, questi sono i tuoi clienti “nì…”

=> 3. I clienti “NO!!!”.

Sono quelle persone perennemente insoddisfatte che ti portano a perdere tempo, denaro, serenità ed energia e non sono mai contente nonostante tu ti stia facendo in quattro per loro. Questa è l’unica categoria di persone che vorrai evitare con tutte le tue forze – a meno che tu non desideri perdere tutto, qualche volta persino il lume della ragione!

Hai già presente chi sono, vero?
Fantastico, è assai utile per te sapere chi sono i tuoi clienti “NO!!!” – non trovi?

Ora…

Dopo aver scoperto che ci sono persone con cui adori lavorare e le persone che non vuoi assolutamente avere tra i tuoi clienti, che fai?

Ti metti a guardare che cosa accomuna le persone con cui vorresti lavorare e che cosa accomuna le altre.
E ti fai 3 liste di caratteristiche di questi 3 tipi di clienti.

Poi indirizzi la tua comunicazione verso le prime e smetti di parlare alle ultime.

E se ti capiterà il cliente “nì…” valuterai bene la situazione prima di prendere impegni con questa persona.

Trovi difficile così, su due piedi, fare le liste? Nessuna paura, sono sempre disponibile ad aiutarti. Vai nella sezione dei “Contatti” e mandami una mail in modo che possiamo prendere un appuntamento e capire che cosa ti serve!

Monte Sirente, Abruzzo. Foto trovata su Alamy

Come puoi vedere da quello di cui abbiamo appena parlato è di FONDAMENTALE IMPORTANZA sapere chi sono le persone con cui hai lavorato meglio, riconoscendole con precisione quasi chirurgica da quelle con cui hai lavorato bene ma nulla di più e da quelle con cui hai lavorato MALISSIMO.

E lo è perché vorrai poter riconoscere ognuno dei 3 tipi di clienti in modo da attirare le persone del primo gruppo, decidere se prendere o meno quelle nel secondo (dipendendo dalla tua disponibilità di tempo o anche dalla tua necessità di lavorare) ed EVITARE COME LA PESTE le ultime.

Infatti con un cliente che ti vuole imporre di lavorare come vuole lui, che qualsiasi cosa tu gli dirai non va bene comunque, che fa come desidera senza darti ascolto ecc… sarà assai facile che:

1. tu sia assolutamente insoddisfatto dopo il lavoro fatto insieme;

2. LUI sia assolutamente insoddisfatto dopo il lavoro fatto insieme.

Fidati, conoscere il tuo Cliente Ideale e sapere chi sono coloro con cui ASSOLUTAMENTE non vuoi lavorare è di fondamentale importanza perché tu non vada a spendere tempo con persone che alla fine non porteranno altro che guai.

Potrai denotare non conosci bene – ma bene bene – il tuo Cliente Ideale rischi di disperdere tempo, energie, salute mentale – e ovviamente anche denaro.
E se c’è qualcosa che un’imprenditrice NON si può permettere è proprio questo: disperdere tempo, energie, salute mentale – e denaro!

Comincia subito a stilare le tue liste delle persone con cui hai lavorato – specialmente con chi desideri torni da te, o anche chi vorresti poter clonare pur di lavorare nuovamente con quel tipo di persona.

Ma non dimenticarti del tuo cliente “NO!!!” – lui lo dovrai avere in mente ogni volta che farai una qualunque comunicazione dicendogli “guarda, non sono la persona che fa al caso tuo. Vai per favore da un’altra parte”.

E’ tutto chiaro? Spero di sì. Altrimenti sfrutta l’occasione e mandami una mail così vediamo come mettere a posto.

Quindi adesso, al lavoro: chi sono i TUOI 3 tipi di clienti? Iniziamo magari dalle persone con cui vuoi lavorare, ti va?

E chi sono le altre?

E perché scegli le une e non le altre?

Intanto noi…ci vedremo nel prossimo articolo!

Annette Tuxen, creatrice de "i 4 Pilastri del Marketing" e del percorso di consapevolezza imprenditoriale "Imprenditrice Autentica"

Annette

PS. Vuoi saperne di più sul Cliente Ideale? Ecco qualche consiglio di lettura:

=> Come individuare il Cliente Ideale – clicca qui.

=> Perché cercare il tuo Cliente Ideale – clicca qui.

=> Esistono i “clienti gratis”? – clicca qui.

…e benvenuta, come sempre, alla tua azienda più sana, più ricca, più florida.

PPS. Oggi ti ho portata a vedere degli scorci dell’Abruzzo che per me sono MERAVIGLIOSI. Nonostante io sia nata in una terra in cui la “montagna” più alta, la famosa “montagna del Cielo”, è alta meno di 200 metri sul livello del mare, ho una passione sfrenata per tutto ciò che è montagna vera…

Si vede, vero?